Il Memorandum of Understanding sancisce l’avvio di una collaborazione finalizzata allo sviluppo di città sempre più smart e più healthy e alla promozione di stili di vita più sani ed ecosostenibili, sia a livello individuale che collettivo, grazie anche alla tecnologia

Accordo Huawei - San Raffaele

In occasione della prima tappa di Milano dello Smart City Tour di Huawei, dal titolo “Smart City for Intelligent Life”, Thomas Miao, CEO di Huawei Italia ed Elena Bottinelli, Amministratore Delegato dell’IRCCS Ospedale San Raffaele, hanno siglato un Memorandum of Understanding, che sancisce l’avvio di una collaborazione finalizzata allo sviluppo di città sempre più smart e sempre più healthy.

L’accordo

Grazie a questo accordo Huawei si impegna a contribuire allo sviluppo dei progetti di ricerca del Centro per Tecnologie Avanzate per la Salute e il Benessere del San Raffaele in ambito Smarter and Healthier City.

L’azienda condividerà inoltre il proprio know-how per creare un ecosistema digitale tecnologico vantaggioso, collaborerà alla creazione e al consolidamento di una rete di ricerca europea e internazionale; infine contribuirà allo sviluppo delle competenze locali attraverso collaborazioni sinergiche tra le autorità pubbliche locali e il settore privato (Partenariato pubblico-privato).

Accordo Huawei - San Raffaele

“Il programma Smarter and Healthier City” spiega l’ing. Alberto Sanna, direttore del Centro “prevede lo sviluppo sostenibile delle città e dei comportamenti degli abitanti. Tecnologie come l’Internet of Things, la robotica e la connettività pervasiva possono diventare, se opportunamente utilizzate, motore di uno straordinario cambiamento: promuovere stili di vita più sani ed ecosostenibili sia a livello individuale che collettivo”.

“Il know-how di Huawei, unito all’esperienza decennale del “living lab” del San Raffaele – un vero e proprio ecosistema cittadino in miniatura, dove si sviluppano servizi innovativi per la salute ed il benessere – possono contribuire in modo concreto a costruire una nuova cultura sociale, in cui le persone e l’ambiente in cui vivono sono al centro” ha affermato l’ing. Elena Bottinelli.