Alla Leopolda arriva Leo Contest, competizione a squadre per trovare soluzioni ai bisogni dei malati cronici e fragili

Domani, giovedì 10 ottobre, nell’ambito del quarto Forum della Sostenibilità e Opportunità nel Settore della Salute, in programma alla Stazione Leopolda, si svolge l’evento Leo Contest – L’intelligenza che si prende cura delle persone a domicilio.

Competizione a squadre, che si concluderà venerdì 11 ottobre, e che avrà come obiettivo quello di sfruttare l’Intelligenza Artificiale per creare servizi utili ai pazienti cronici e fragili.

Il titolo dell’evento richiama il nome del genio di Leonardo Da Vinci, a sottolineare il contenuto altamente innovativo e visionario della sfida. A mettersi in gioco saranno squadre miste, composte da persone con competenze diversificate: medici, infermieri, informatici, fisici, designer, esperti di comunicazione.

Insieme dovranno creare attraverso sistemi intelligenti la “Badante on line” e il “Mind helper, un aiuto digitale per la depressione”: due figure virtuali capaci di interagire al tempo stesso con il paziente e con il sistema sanitario, così da garantire la possibilità di ricevere assistenza, informazioni, servizi e di dialogare con il SSN anche a distanza.

La sfida avrà inizio alle ore 15, dopo una serie di speech di medici, esponenti del management sanitario, personale socio-sanitario, pazienti esperti e programmatori, per definire il quadro conoscitivo di riferimento e il reale fabbisogno dei pazienti.

I team avranno anche tutta la mattinata del giorno successivo per perfezionare la loro idea e poi tradurla in una breve presentazione da illustrare nella plenaria pomeridiana. Una rappresentanza di Fiaso-Federazione italiana aziende sanitarie e ospedaliere – composta tra gli altri da dal direttore Nicola Pinelli – assisterà alla presentazione delle proposte perché le idee più brillanti possano trovare applicazione nel sistema sanitario.

La premiazione avverrà alle 15,30 dell’11 ottobre.

L’evento è in collaborazione con Caffè Scienza.