Wolters Kluwer ha donato 50 mila euro all’ospedale Luigi Sacco di Milano e finanziato l’acquisto di 8 letti di terapia intensiva (ICU) per gli ospedali della provincia di Lucca

Wolters Kluwer

Wolters Kluwer, azienda specializzata in soluzioni di informazione, software e servizi, ha implementato una serie di iniziative in Italia per aiutare ad affrontare le sfide presentate dal Coronavirus. L’azienda ha fatto alcune donazioni per supportare gli ospedali italiani e ha reso disponibili servizi digitali gratuiti per i professionisti.

Donazioni agli ospedali

Wolters Kluwer in Italia ha donato 50 mila euro all’ospedale Luigi Sacco di Milano, una struttura all’avanguardia nella lotta contro il Coronavirus. Con questa iniziativa, l’azienda vuole essere vicina a tutti i professionisti e gli operatori sanitari che lavorano instancabilmente per affrontare l’attuale situazione di crisi. La donazione verrà, infatti, utilizzata per l’acquisto di attrezzature, beni e servizi per l’unità di terapia intensiva, nonché per le attività dei laboratori di ricerca dell’ospedale milanese.

Inoltre Wolters Kluwer, attraverso il suo business CCH Tagetik a Lucca, ha finanziato l’acquisto di 8 letti di terapia intensiva (ICU) per gli ospedali dell’area di Lucca. La decisione di donare posti letto in terapia intensiva è stata guidata dalle esigenze specifiche segnalate dalla direzione sanitaria della USL Toscana Nord-Ovest, impegnata ad espandere la capacità ospedaliera.

Soluzioni digitali per professionisti

Wolters Kluwer ha anche aderito all’iniziativa Solidarietà Digitale, promossa dal Ministero per l’Innovazione Tecnologica e la Digitalizzazione per ridurre l’impatto sociale ed economico del Coronavirus, rendendo disponibile l’accesso gratuito ad alcuni servizi digitali per i professionisti, aziende e pubblica amministrazione.