Il progetto MeDiTaTe è coordinato dall’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”

Migliaia di dati clinici rielaborati e analizzati per costruire una sorta di “gemello digitale” delle parti del corpo colpite da aneurisma. È questo lo scopo di MeDITaTe (Medical Digital Twin for Aneurysm Prevention and Treatment), un progetto finanziato dall’Unione Europea che costruirà una piattaforma informatica in grado di elaborare procedure mediche cardiovascolari personalizzate per ogni paziente. Questa tecnologia, che sfrutta le potenzialità dei “Big Data”, sarà messa a disposizione di università, ospedali e industrie per aumentare la precisione delle diagnosi in caso di aneurisma.

Il progetto MeDiTaTe, coordinato dall’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” e realizzato con la collaborazione di RINA (azienda leader ne campo dei servizi di certificazione, consulenza ingegneristica, classificazione, test e ispezione) si concentrerà sulla prevenzione e il trattamento degli aneurismi con un approccio d’avanguardia, la costruzione di una sorta di “gemello digitale” della parte colpita, usando dati clinici, immagini, realtà aumentata, dispositivi tattili 3D, modelli ROM (reduced order models) e strumenti digitali ad alta potenza di calcolo. Il progetto si servirà di Big Data management e tecniche di additive manufacturing per la pianificazione degli interventi chirurgici e il training.

Il progetto MeDiTaTe coinvolgerà anche 14 giovani ricercatori, che entreranno a far parte dei corsi di dottorato organizzati dall’Università Tor Vergata di Roma, la National Technical University di Atene e l’Università di Lione. Oltre ad una formazione di alto livello e ad una borsa di studio, i dottorandi avranno occasione di fare concrete esperienze sul campo, lavorando nel settore dell’industria per il 50% della durata dei corsi.

MeDiTaTe comprende un ampio consorzio formato da cliniche, università ed imprese europee, che metteranno a disposizione il proprio know how nel campo dei servizi digitali, simulazione e costruzione di prototipi. Grazie al supporto dell’Unione Europea e alla partecipazione di centri ospedalieri e enti di ricerca, lo scopo di MeDiTaTe è formare scienziati di alto profilo, capaci di introdurre l’innovativo concetto del “gemello digitale” nella routine quotidiana della sanità. Viviamo in un’era digitale: molte risposte si celano nell’enorme volume di dati, se si è in grado di trovarle. MeDiTaTe si propone di fare un grande passo avanti nel trovare queste risposte nel campo della cura e della prevenzione dell’aneurisma.

MeDiTaTe è stato finanziato dal programma di ricerca e innovazione Horizon 2020 dell’Unione Europea con Grant Agreement 859836.