Il “robot badante” di Enova Robotics fornisce telepresenza, monitoraggio continuo e tele vigilanza, permettendo anche al medico curante di connettersi e interagire con il paziente in modo da poter fare una diagnosi preliminare da remoto e in tempo reale

anziani

Per rispondere all’invecchiamento progressivo della popolazione mondiale, in particolar modo di quella occidentale, e alla carenza graduale di figure professionali che si prendano cura degli anziani all’interno dei centri di assistenza è nato “Etouch-bot”, un robot di telepresenza progettato per l’assistenza degli anziani in casa di riposo.

Questo innovativo “robot badante” fornisce telepresenza, monitoraggio continuo e tele vigilanza, permettendo anche al medico curante di connettersi e interagire con il paziente in modo da poter fare una diagnosi preliminare da remoto e in tempo reale.

Etouch–bot è stato ideato e realizzato da Enova Robotics, grazie alla stretta sinergia con Novation City, che ha messo a disposizione dell’impresa tunisina tecnologie, infrastrutture e know how nel campo della robotica.

Novation City, il Parco tecnologico di Sousse, è un’area a forte sviluppo tecnologico che si trova in Tunisia e che racchiude circa 100 realtà tra aziende insediate e partner in una superfice di circa 240 etteri, dove sono ospitati due centri di ricerca sulla meccatronica e una scuola di ingegneria che forma attualmente 1200 studenti.

Novation City è oggi il punto di riferimento tunisino per il settore della meccatronica e dell’industria 4.0 in particolare per i settori dell’automotive, dell’aeronautica e della robotica.