Presentato HeartGuide, il primo dispositivo per la misurazione della pressione sanguigna indossabile a forma di orologio e che funziona come uno smartwatch

Omron Healthcare, specialista attiva a livello mondiale nel campo delle attrezzature mediche per il monitoraggio e la terapia innovativi, ha lanciato il primo dispositivo per la misurazione della pressione sanguigna indossabile a forma di orologio da posto. HearGuide, questo il nome del nuovo sistema, include parti e tecnologia che miniaturizzano i componenti per la misurazione oscillometrica tradizionale. Il dispositivo è già stato approvato dalla FDA ed è disponibile negli Stati Uniti.

HeartGuide funziona come i polsini per la misurazione della pressione arteriosa del medico grazie alla tecnologia oscillometrica, lo standard riconosciuto dalla FDA[1] per una misurazione della pressione sanguigna accurata e automatizzata. HeartGuide sfrutta un bracciale gonfiabile all’interno del cinturino che effettua la lettura della pressione, un elemento chiave di differenziazione che distingue questo strumento da altri dispositivi indossabili basati sulla tecnologia dei sensori, che forniscono solo stime della pressione sanguigna.

HeartGuide può essere caricato circa 2-3 volte a settimana, a seconda della frequenza di utilizzo delle sue funzionalità. Il dispositivo indossabile è dotato di un display transflettivo retroilluminato a colori che consente agli utenti di leggere facilmente le misurazioni della pressione sanguigna in qualsiasi condizione di luce; inoltre, questa funzione innovativa permette di preservare la durata della batteria.

Oltre alla pressione sanguigna, HeartGuide dispone di tutte le funzionalità di uno smartwatch: è possibile visualizzare e-mail, chiamate e notifiche, tracciare le proprie attività, come passi, corsa, calorie bruciate e distanza percorsa. Inoltre, HeartGuide monitora l’attività del sonno, anche quando si va a letto e ci si addormenta, rilevando anche se lo stato di sonno è profondo o leggero. Tutti questi fattori contribuiscono a fornire ai consumatori un quadro ancora più completo della salute del proprio cuore.

Recenti studi pubblicati sulla rivista medica The Lancet mostrano che il regolare auto-monitoraggio della pressione arteriosa può ridurre il rischio di ictus fino al 20% e di malattie coronariche del 10%.

[1] FDA stands for Food and Drug Administration, United States