Oggi Regione Lombardia finanzia il progetto TCube sulla “Misura a sostegno dello sviluppo di collaborazioni per l’identificazione di terapie e sistemi di diagnostica, protezione e analisi per contrastare l’emergenza Coronavirus e altre emergenze virali del futuro”

coronavirus

Telbios ha da tempo arricchito la piattaforma informatica multifunzione TelbiosConnect di un modulo per la prescrizione e l’erogazione della teleriabilitazione cognitiva, motoria e comportamentale, certificato come dispositivo medico di classe IIa, testato e validato grazie al supporto di Regione Lombardia ed all’impegno dei partner che hanno condiviso questo percorso.

Oggi Regione Lombardia finanzia il progetto TCube sulla “Misura a sostegno dello sviluppo di collaborazioni per l’identificazione di terapie e sistemi di diagnostica, protezione e analisi per contrastare l’emergenza Coronavirus e altre emergenze virali del futuro” (Azione I.1.b.1.3 dell’Asse 1 del POR FESR 2014-2020).

TCube ha come obiettivo l’adattamento e la validazione di un sistema di Telemedicina a tre moduli (TeleMonitoraggio – TM, TeleRiabilitazione – TR e TeleSupporto – TS) in grado di garantire care integrato per la gestione della fragilità in ottica multidisciplinare, continuità diagnostico-terapeutica, sicurezza sia per l’utenza sia per gli operatori in regime di distanziamento sociale e maggior supporto e ingaggio del paziente nel processo di cura.
Nella situazione di emergenza COVID-19, l’attenzione sulla popolazione cronica e fragile risulta particolarmente alta per due motivi principali, l’alto rischio di sviluppare forme particolarmente aggressive di malattia con andamento critico fino all’exitus in seguito a infezione da SARS-Cov-2 e l’interruzione improvvisa nell’erogazione dei percorsi di cura usuali.

Beneficiari del percorso di cura di TCube saranno: a) pazienti positivi al SARS-CoV-2 in isolamento fiduciario che potranno accedere al modulo TM per il monitoraggio dei parametri vitali; b) pazienti COVID-19 nel post-ricovero in isolamento domiciliare che potranno beneficiare dei moduli TM e TR per facilitare la ripresa della funzionalità cardio-polmonare; c) pazienti fragili cronici non positivi al SARS-CoV-2 che a causa sia delle misure restrittive sia della loro condizione implicita di vulnerabilità necessitano di una riabilitazione cardio-polmonare in sicurezza al domicilio e che potranno accedere ai moduli TM e TR. Inoltre, per tutte le tipologie di pazienti è prevista l’attivazione del modulo TS, per promuovere il benessere psicosociale e/o prevenire o trattare le condizioni di salute mentale.

Oltre agli obiettivi clinici, TCube perseguirà anche la valutazione della sostenibilità e della rimborsabilità economica della soluzione e l’analisi di impatto organizzativo qualitativo e quantitativo dell’innovazione. In risposta a questa sfida inedita di COVID-19, l’implementazione di TCube potrà fornire al SSR una soluzione di digital health modulabile, scalabile e personalizzabile sui diversi bisogni dei differenti attori e stakeholder della sanità.
Partner del progetto sono Telbios (capofila), Fondazione Don Gnocchi, Università LIUC, Grifo Multimedia.