Mitsubishi Electric ha deciso di raddoppiare la donazione di 100.000 Euro fatta a marzo agli ospedali San Gerardo di Monza e Papa Giovanni XXIII di Bergamo, portando così la cifra complessiva delle donazioni a 200.000 Euro

Mitsubishi Electric_donazione

Mitsubishi Electric, specialista mondiale nella produzione, marketing e commercializzazione di apparecchiature elettriche ed elettroniche, con l’obiettivo di continuare a supportare gli ospedali lombardi nel proseguimento della lotta al Covid-19, ha deciso di raddoppiare la donazione di 100.000 Euro fatta a marzo agli ospedali San Gerardo di Monza e Papa Giovanni XXIII di Bergamo, portando così la cifra complessiva delle donazioni a 200.000 Euro.

Un gesto che Mitsubishi ritiene doveroso per garantire un sostegno continuativo alle strutture sanitarie che sono state fortemente provate dagli sforzi per la cura delle persone affette dal virus nel corso di questi ultimi mesi e per supportare le comunità che sono state maggiormente colpite.

Questa seconda donazione ha permesso all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, per il tramite dell’associazione CESVI, di acquistare un depuratore per ambienti medici a elevato rischio di infezioni e contaminazione dell’aria, due ventilatori elettronici a turbina di ultimissima generazione per il trattamento di pazienti in terapia intensiva e in rianimazione e sette dispositivi di ventilazione polmonare per i pazienti dimessi che hanno ancora bisogno di ausilio nella respirazione.

L’ospedale San Gerardo di Monza ha invece utilizzato la donazione per l’incremento del personale di assistenza ai malati Covid-19, investendo in nuove risorse.