PA Digitale partecipa all’iniziativa promossa dal MID e da AgID fornendo gratuitamente per tutto il 2020 l’uso della soluzione del Timbratore Virtuale

PA Digitale S.p.A. ha annunciato la sua partecipazione all’iniziativa “Solidarietà Digitale” promossa dal Ministro per l’Innovazione Tecnologica e la Digitalizzazione con il supporto tecnico dell’Agenzia per l’Italia Digitale.

In questo modo, PA Digitale rientra tra i fornitori aderenti all’iniziativa nata per ridurre l’impatto sociale ed economico del Coronavirus nella situazione di emergenza in cui purtroppo si trova il nostro Paese.

Nello specifico, con l’adesione a Solidarietà Digitale, PA Digitale offre gratuitamente per tutto il 2020, agli Enti di qualsiasi genere e alle società private, l’uso della soluzione del Timbratore Virtuale che consente di lavorare in modalità smart working o in telelavoro.

Con il Timbratore Virtuale, l’utente può inserire da una postazione PC o da mobile, semplicemente tramite una connessione internet, l’ora di inizio e fine dell’attività lavorativa svolta in un luogo privo di un dispositivo di lettura badge per la rilevazione presenze.

L’attività viene poi monitorata in modo estremamente semplice da parte dell’Ufficio Personale.

Il servizio fa parte dell’area di Gestione del Personale del sistema informativo URBI Smart 2020 (il gestionale in cloud per enti pubblici di varie dimensioni e tipologie) ed anche della piattaforma WebTec (il gestionale di PA Digitale indirizzato a operatori ICT e software house per la digitalizzazione di aziende, professionisti e associazioni di categoria).

Il Timbratore Virtuale si presta particolarmente, quindi, a risolvere alcune delle numerose problematiche di questo periodo contribuendo a garantire la possibilità di proseguire con le attività lavorative di dipendenti pubblici e privati, anche in funzione delle recenti disposizioni normative che stanno incentivando il “lavoro agile” (Direttiva 2/2020 della Ministra per la Pubblica Amministrazione Fabiana Dadone che sostituisce la precedente Circolare 1/2020, DPCM 11 marzo 2020).

Le adesioni alla proposta di PA Digitale possono pervenire direttamente on line, sia dal sito dell’iniziativa Solidarietà Digitale, sia dal sito PA Digitale, che risponde ancora volta con la massima tempestività ai cambiamenti in atto e alle nuove problematiche.