La startup italiana che ha sviluppato Patch, il primo assistente virtuale intelligente per i pazienti che partecipano ai trial clinici, riceve un finanziamento di 25.000€

L’italiana Mosaic Software è fra le quindici startup europee ad aggiudicarsi un posto per il percorso di accelerazione d’impresa degli EIT Health InnoStars Awards 2019, premio assegnato a startup dell’Europa centrale, orientale e meridionale impegnate nello sviluppo di progetti innovativi in ambito sanitario.

I vincitori del percorso di accelerazione, selezionati da un gruppo di esperti fra 116 concorrenti con sede nei tredici paesi del Programma di Innovazione Regionale (RIS), riceveranno un finanziamento di 25.000 euro come smart money da utilizzare per l’accesso a un programma di formazione e tutoraggio della durata di quattro mesi e l’opportunità di partecipare a due accelerator bootcamps in Europa.

Chi è Mosaic Software

Mosaic Software è una startup innovativa che utilizza Intelligenza Artificiale, Machine Learning e Natural Language Processing per la produzione di soluzioni ad alto valore tecnologico e innovativo per il settore farmaceutico e sanitario. Tra queste c’è Patch, la prima conversational platform centrata sul paziente che integra un assistente virtuale empatico per la raccolta e l’analisi predittiva dei Real World Data.

Migliorando l’engagement dei pazienti che partecipano a trial clinici, l’app riduce le inefficienze (con taglio dei costi stimato in oltre 400 milioni l’anno) e migliora la qualità dei Real World Data generati dai trial, aiutando le case farmaceutiche ad offrire farmaci sempre più sicuri, efficaci ed economici.

Per i quindici vincitori del premio, EIT Health InnoStars organizzerà anche incontri con potenziali clienti, investitori e partner. Inoltre, il prossimo novembre, al termine del programma di formazione, saranno selezionati i dieci finalisti che parteciperanno alla pitch competition finale degli InnoStars Awards, per competere per i tre premi principali: un ulteriore finanziamento rispettivamente di € 25.000, € 15.000 o € 10.000.

Il Programma di Innovazione Regionale (RIS program) istituito dallo European Institute of Innovation and Technology (EIT) al fine di aumentare la capacità di innovazione nelle aree d’Europa che non beneficiano direttamente delle opportunità di EIT Health sta producendo risultati molto positivi: “sempre più start-up delle aree raggiunte dal RIS program si candidano con successo a prestigiosi programmi di innovazione europei come gli InnoStars Awards”, commenta Monika Toth, Responsabile del programma EIT Health InnoStars RIS. “In questa parte di Europa c’è una grande ricchezza di talento ed esistono numerosi gruppi con le competenze e le conoscenze giuste per creare e sviluppare innovazione in ambito sanitario.”

Il nodo EIT Health Italiano è composto dall’Università degli studi di Napoli Federico II, il Centro per i Biomateriali Avanzati dell’Istituto Italiano di Tecnologia, SDN (Società di Diagnostica Nucleare) e Synlab Italia srl che promuovono attività di training, supporto alla creazione d’impresa e progetti di innovazione ambito salute. Il Consorzio Arca, in qualità di RIS HUB (coordinatore delle attività RIS) per la Sicilia, collabora con i partner italiani con l’obiettivo di creare una rete nazionale di stakeholders per la promozione delle politiche e delle misure poste in essere da EIT Health in tutta Europa. “Il programma RIS, promuovendo le opportunità dedicate a giovani talenti e startup, supporta concretamente lo sviluppo di nuove tecnologie in ambito sanitario, la fruizione di queste a favore dei cittadini italiani e la creazione di nuova impresa” commenta Chiara Maiorino, EIT Health InnoStars Education Manger e Regional Manager per l’Italia. “Le prossime call per startup, tra cui anche gli InnoStars Awards, verranno lanciate all’inizio del prossimo anno 2020. Per cui, tenete d’occhio il sito innostarter.eithealth.eu per rimanere aggiornati sulle prossime opportunità”.